Lidl Svizzera: ulteriore netta riduzione dell’impronta carbonica

08.11.2021 08:00:00 | Weinfelden

Photovoltaikanlage Warenverteilzentrum Weinfelden

A Lidl Svizzera è stato conferito per la sesta volta il marchio CO2 NEUTRAL di Swiss Climate ed è riuscita a ridurre ancora notevolmente le emissioni di CO2 aziendali. L’impresa di commercio al dettaglio riduce la sua impronta carbonica di un ulteriore 11 percento.

Lidl Svizzera lavora con una gestione della CO2 che, tra le altre cose, rileva annualmente l’impronta carbonica aziendale, sviluppa e adotta provvedimenti volti alla riduzione e compensa le emissioni di gas serra aziendali rimanenti. Dal 2019 Lidl Svizzera rileva inoltre l’impronta carbonica complessiva, quindi anche le emissioni risultanti dall’assortimento. Dal 2016 Lidl Svizzera opera a impatto aziendale neutro in termini di CO2 e per questo viene certificata annualmente con il marchio CO2 NEUTRAL di Swiss Climate.

I risultati si vedono: Lidl Svizzera si è classificata al 9° posto nella classifica «aziende rispettose del clima in Svizzera nel 2021» di Bilanz, Le Temps e dell’istituto statistico Statista.

Tra i motivi della riduzione dell’impronta carbonica dell’11 percento c’è ad esempio la riduzione dei refrigeranti sintetici nella refrigerazione dei prodotti. Lidl Svizzera sostituisce sistematicamente i refrigeranti sintetici, dall’elevato potenziale di gas serra, con refrigeranti naturali ed ecologici. Lidl Svizzera ha ridotto inoltre i trasporti con veicoli aziendali.

 

 

 

 

Verso la sostenibilità con efficienza

Essendo uno smart discount, efficienza e semplicità sono le competenze chiave di Lidl Svizzera. Solo la massima efficienza consente di ottenere uno straordinario rapporto qualità-prezzo. La massima efficienza favorisce inoltre in modo sostenibile l’ambiente e il clima. I processi ottimizzati evitano lo spreco sconsiderato di chilometri logistici, materiali riciclabili, mezzi di produzione, alimenti o energia.

Ecco come Lidl Svizzera è diventata la prima impresa di commercio al dettaglio svizzera nella grande distribuzione in cui tutte le filiali e i centri di distribuzione sono stati certificati conformemente alla norma ISO 50001 relativa all’efficienza energetica.

Iniziativa Science Based Targets

Per Lidl Svizzera, un commercio sostenibile è uno degli obiettivi fondamentali per un futuro degno di essere vissuto. Grazie allo sviluppo di una strategia climatica e ad obiettivi climatici concreti, basati sul metodo dei Science Based Targets, Lidl Svizzera compie ora coerentemente il prossimo importante passo verso la protezione del clima. Ciò contribuisce notevolmente al rispetto dell’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici che mira a limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius.

Già ad agosto 2020 il Gruppo Schwarz, che rappresenta tutta la società, ha aderito ufficialmente all’Iniziativa Science Based Targets e si è impegnato a formulare obiettivi climatici scientificamente convalidati, i cosiddetti Science Based Targets, che sono ora stati promossi dall’Iniziativa Science Based Targets. Entro il 2030, in tutti i paesi Lidl ridurrà le emissioni aziendali dell’80 percento (rispetto al 2019). Essendo uno dei maggiori dettaglianti alimentari, sotto l’egida del Gruppo Schwarz Lidl può fornire un contributo misurabile alla protezione climatica e al raggiungimento dell’obiettivo.

In quanto parte del Gruppo Schwarz, anche Lidl Svizzera ha definito obiettivi e misure concrete, sulla base dei bilanci climatici a disposizione, i quali mirano a ridurre costantemente le emissioni di CO2 in azienda e nella catena di fornitura. Nell’ambito della propria strategia climatica Lidl segue l’approccio mirato innanzitutto a evitare, poi a ridurre e laddove impossibile altrimenti a compensare le emissioni. Gli obiettivi si basano sui Science Based Targets convalidati del Gruppo Schwarz.

Contatti per i media

Media point
media@lidl.ch
+41 (0)71 627 82 00

Condividi

Altro
Scopri di più